Medicina Interna

Medicina Interna Il trattamento è il beneficio per il paziente? Il trattamento è il beneficio per il paziente? Iperlipoproteinemia trattamento in donne è la manna di trattamento per il paziente? In. Nazarenko
  V. NazarenkoTot fatto che il trattamento non sempre porta ad una clinica migliorare, in ogni caso, non deve essere ignorato e un medico per i pazienti. E #39;ben noto che come terapia medica, così , e la chirurgia può essere accompagnato da effetti collaterali e complicazioni. Pertanto, le domande la validità della terapia, la correzione o la terminazione dovrebbero sempre essere al centro di un medico .
  Purtroppo, al momento per il processo di guarigione spesso viene data maggiore importanza rispetto ai suoi risultati. Fondamentalmente si tratta di Per quanto riguarda la terapia farmacologica. Ad esempio, nella pratica generale dal 50 al 70% di consultazioni mediche termina la designazione di un farmaco del farmaco (LP) o la direzione dell#39;esame. Questa situazione è dovuta principalmente alla da fattori soggettivi: le aspettative specifiche del paziente e il desiderio del medico per rispondere a queste aspettative. La reazione del paziente, non ha ricevuto la nomina di un medico LP, le indicazioni per l#39;esame o di ospedalizzazione, che vanno dal disorientamento alla condanna. Vi è un classico collisione tra un acquirente e un fornitore di farmaci curativi, conosciuto per più di un millennio.
  Allo stesso tempo chiarire l#39;inutilità di una procedura o LP, si basa su moderni concetti scientifici, di solito non trova comprensione .
  Sono efficaci solo argomenti relativi al rischio di ricevere PL o l#39;indagine, e il loro costo elevato .
  I progressi della medicina hanno creato un falso, ma ampiamente idea delle sue possibilità illimitate. In aggiunta alla tendenza a fare concessioni ai malati, a appuntamento ingiustificato di LP spesso colpisce la riluttanza dei medici sono diverse da parte di colleghi, che possono aderire alle idee obsolete circa l#39;uso o danneggiare un particolare tipo di trattamento. Queste circostanze portano al divario tra la scienza e la pratica clinica. Infondata Medical Solutions sono molto diverse e comprendono troppo frequenti direzione sul indagine, che può essere tutt#39;altro che innocuo per la salute del paziente (ad esempio, la radiografia, tonsillectomia senza evidenti indicazioni). Spesso un antibiotico viene prescritto inutilmente (ad esempio, le infezioni virali, in quanto non sono mostrati) e, quindi, una reazione allergica, candidosi. L#39;uso diffuso di non-steroidei farmaci anti-infiammatori (valore terapeutico dei quali è messo in discussione), è irto di complicazioni gastrointestinali; appuntamento LP psicotrope spesso crea nuovi problemi senza risolvere quelli vecchi. Gli effetti collaterali sono spesso sottovalutati LP, ed i benefici di la loro nomina è considerata quasi non è auto-evidente, soprattutto quando si tratta di nuovi, quot; modnyhquot; LP .
  Il medico in ogni caso non dovrebbe avere per andare avanti sul paziente. L#39;attenzione deve essere posto unico principio – per ottenere un reale beneficio del paziente, non il bene mitica. Va tenuto presente che la soddisfazione del paziente di trattamento non è in realtà equivalente a un risultato positivo .Literatura: Pickering W. Ha trattamento medico significa benefici per il paziente? Lancet 1996; 347: 379-80.nbsp; TRATTAMENTO DONNA Iperlipoproteinemia J. livelli Geerling elevati di colesterolo totale (TC) e colesterolo di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) è rappresentato in modo esplicito fattore di rischio per la malattia coronarica negli uomini, mentre gli interventi per ridurre queste cifre, ridurre l#39;incidenza di malattie coronariche acute. Sulle donne in questo senso è molto meno conosciuta. J. Walsh e D. Grady studiato letteratura questo problema. Studi epidemiologici hanno dimostrato, che la malattia coronarica nelle donne inizia in media 10 anni più tardi rispetto agli uomini.
  Il tasso di mortalità delle donne 35-44 anni della sclerosi coronarica è 1/4 quella degli uomini nella stessa fascia di età. Solo circa il 75 anni di età femminile mortalità si avvicina morti degli uomini. Anche nelle donne, almeno sotto 65 s, l#39;elevato contenuto di OH e basso contenuto di colesterolo del colesterolo lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) aumentano il rischio di morte per malattia coronarica. Nelle donne con più di 65 s solo bassi livelli di colesterolo HDL è un importante fattore di rischio. Per quanto riguarda il ruolo dei trigliceridi consenso .
  Per quanto riguarda la prevenzione primaria, si scopre che ci sono stati pochi studi di intervento in piccoli gruppi Donne. Una meta-analisi di numerosi studi che sono stati rilevanti per la dieta e farmaci, ha evidenziato differenze statisticamente significative nella mortalità coronarica tra dei gruppi trattati e non trattati .
  Gli autori hanno analizzato 7 pubblicazioni dedicate alla prevenzione secondaria. Nelle donne dello studio sono stati inclusi, infarto del miocardio, angina pectoris o sofferto di aveva restringimento dei vasi coronarici. Queste donne, tra le altre cose, trattati con placebo o agenti ipocolesterolemizzanti.
  In uno studio, i pazienti ricevuto solo terapia dietetica, e un gruppo di pazienti è stato vypollnena anche accorciando il funzionamento dell#39;intestino tenue. In un altro studio della terapia dieta in alcuni pazienti integrato con la nomina di farmaci .
  Quando i risultati di questi studi sono stati valutati insieme, sembra che il trattamento sembra, in grado di ridurre la mortalità per malattia coronarica. Tuttavia, le conclusioni devono essere trattati con cautela, come una meta-analisi di 3 studi ha affrontato la mortalità coronarica. Inoltre, non tutte le donne uro colesterolo Wen è stato aumentato.
  Non c#39;era alcuna indicazione che ha trovato che l#39;abbassamento del colesterolo hanno donne è associato ad un aumentato rischio di morte violenta o il suicidio.
  Il corso e forme cliniche manifestazioni della sclerosi coronarica in uomini e donne sono diversi.
  La frequenza di malattia coronarica nelle donne è molto più bassa, rispetto agli uomini. A questo proposito, gli autori ritengono che i dati ottenuti durante gli uomini non possono essere trasferiti direttamente le donne. Gli autori hanno calcolato che il trattamento di 1 milione donne di età 20 – 24 anni, con elevati livelli di colesterolo LDL, in grado di prevenire 1 morte per malattia coronarica; questo darà lo stesso risultato del trattamento di 20 000 le donne di età compresa tra ipercolesterolemici 40 – 44 anni di età e 1.000 donne di età compresa tra 60 – 64 anni. Nonostante il fatto che dopo la vita 65 anni di incidenza di malattia coronarica nelle donne aumenta notevolmente, non ci sono dati conclusivi che dimostrano che l#39;elevato contenuto di colesterolo LDL o bue loro associati ad un aumentato rischio di malattia coronarica.
  Gli autori concludono che prevenzione primaria in donne sane è effetto irrilevante sulla mortalità. In realtà, , ci sono indicazioni che il trattamento dell#39;ipercolesterolemia nelle donne con malattia coronarica può ridurre la mortalità questo motivo. Ulteriori studi sono necessari per determinare il ruolo della dieta e di altri interventi non farmacologici hanno donne con ipercolesterolemia, con un aumentato rischio di coronaropatia serdtsa.Literatura malattia cardiaca: Walsh JM, Grady D. Trattamento di iperlipidemia nelle donne. JAMA 1995, 274: 1152-8.